Passerina Terre di Chieti IGP


 

Il nome Passerina deriva probabilmente dal fatto che, spesso, i passeri ne beccano gli acini attirati dalla qualità della polpa. E' conosciuto con molti sinonimi: Uva Passera, Trebbiano di Teramo, Campolese, Caccione, Uva d'Oro, Uva Fermana, Cacciadebiti, Pagadebiti (da molti nomi si deduce come, in epoca passata, era considerata uva di buona produttività e di sicuro reddito). Dotata di buona acidità, la presenza di componenti polifenolicine fa un’uva di una certa rilevanza dal punto di vista salutistico. E' sicuramente molto versatile che si adatta alla produzione di Spumanti, Vin Santo, Passiti e anche Vino Cotto. I sentori tipici sono di frutta esotica, agrumi e miele oltre ad una componente erbacea e ad una leggera speziatura. Oltre all’acidità, è dotata, in genere, di buona sapidità e finale tipicamente amarognolo.

 



Passerina Terre di Chieti I.G.P.

Bouquet delicato e al contempo complesso, note di fiori bianchi si legano a sentori agrumati e a sfumature speziate. Sapore fresco e fragrante al palato, si esalta la complessità delle affascinanti sensazioni olfattive tanto da renderlo sorprendentemente persistente. Ottimo da un ricco aperitivo a piatti complessi.
Apri

Niro

Passerina Terre di Chieti I.G.P.



Passe “Rina” Passerina Spumante Brut

Gusto fresco e pieno, dall’ottima mineralità e ricca struttura acida. La briosità e la fragranza ne esaltano la persistenza. Le sensazioni retrolfattive confermano lo spessore organolettico. Perfetto come aperitivo, ideale con le portate tipiche della cucina mediterranea di mare.
Apri

Bollicine - Metodo Martinotti

Passe “Rina” Passerina Spumante Brut